Mozilla VPN finalmente disponibile anche in Italia e abbiamo avuto modo di provarla per qualche giorno in anticipo rispetto al rilascio ufficiale. La rete privata virtuale sviluppata dal produttore del browser web Firefox progettata per fornire una protezione ancora pi completa durante la loro navigazione online quotidiana, affidandosi a uno dei nomi pi noti in circolazione in ambito navigazione web.


Negli ultimi anni Mozilla si concentrata sul fronte della sicurezza e della privacy, contrapponendosi in maniera decisa ad altri big del settore tecnologico. L’azienda ha dichiarato di aver “investito molto” negli ultimi sei mesi nella ricerca di nuove soluzioni per la privacy online e per i dati degli utenti, anche in Italia. La decisione di fornire una nuova VPN nasce proprio dai risultati delle ricerche, al fine di fornire un’esperienza sicura non solo a casa o in mobilit, ma soprattutto quando ci si collega a Wi-Fi pubblici. Proprio nelle circostanze in cui ci si collega ad hotspot controllati da terzi una VPN pu offrire un layer di sicurezza fondamentale.

Mozilla VPN, specifiche e prezzi

Nello specifico la VPN di Mozilla si caratterizza per la possibilit di essere utilizzata sempre, su qualsiasi connessione effettuata con il dispositivo e non su una singola applicazione. La rete virtuale privata dell’azienda infatti funziona sia nelle sessioni di navigazione online, sia se si riproducono contenuti in streaming via app, e anche se si gioca online o si lavora su documenti salvati online. Mozilla VPN “protegge dai ficcanaso”, spiega il team di sviluppo, utilizzando una rete globale composta da centinaia di server dislocati in pi di 30 paesi gestita da Mullvad.



Clicca per ingrandire


Mozilla VPN utilizza il protocollo WireGuard per proteggere tutte le sessioni di connessione via crittografia, nascondendo l’indirizzo IP reale dell’utente ai siti e ai servizi frequentati. Essenziali e senza fronzoli le politiche sulla privacy adottate: Mozilla promette di non conservare alcun registro delle attivit degli utenti, di non venderne i dati e di “concentrarsi solo sulle informazioni necessarie per fornire il miglior servizio possibile”. Grazie a questa caratteristica, Mozilla VPN pu garantire – stando alle note rilasciate dallo sviluppatore – prestazioni elevate visto che non traccia le attivit online e perch si basa su tecnologie moderne.

Il protocollo crittografico WireGuard si basa su solo 4 mila righe di codice, molto pi snello quindi rispetto ad altri algoritmi legacy usati sui servizi meno moderni. Anche l’interfaccia utente intende riflettere il pi possibile semplicit e velocit: per usare Mozilla VPN necessario installare il client, disponibile su Windows 10, macOS, Linux, e anche su smartphone iOS e Android, e poi accedere con il proprio account Firefox. Una volta completato il processo di installazione ci si pu collegare al proprio server in una posizione del mondo a scelta fra quelle disponibili.

Un singolo account pu essere utilizzato su cinque dispositivi senza restrizioni di bandwidth, limiti o rischi connessi. Ma quanto costa? Il costo di soli 9,99 per una prova della durata di un unico mese. Se non si soddisfatti, possibile utilizzare la garanzia di rimborso di 30 giorni, se invece si desidera continuare possibile mantenere il piano mensile oppure optare per le opzioni di 6 o 12 mesi, disponibili rispettivamente per 6,99 e 4,99 al mese.

Mozilla VPN, la nostra prova

La VPN Mozilla non una novit assoluta, dal momento che era gi disponibile in Germania e Francia dal 29 aprile, dopo essere stata lanciata a luglio 2020 in Canada, negli USA, nel Regno Unito, in Malesia, in Singapore e in Nuova Zelanda. Come abbiamo gi scritto abbiamo avuto modo di provare la VPN per alcuni giorni in anticipo rispetto al lancio in Italia, e possiamo darvi alcune prime impressioni.



Clicca per ingrandire


Innanzitutto decisamente encomiabile il lavoro svolto per semplificare l’interfaccia utente anche su PC. Mozilla VPN si installa in pochi secondi. Per la configurazione semplicemente necessario eseguire l’accesso con il proprio account, mentre le impostazioni a disposizione dell’utente sono ridotte all’osso: possibile semplicemente segliere se collegarsi a un indirizzo IPv6 e se dare accesso alla rete locale (per accedere a stampanti o unit di archiviazione connesse alla stessa). E’ inoltre presente (ma non attiva di default) un’opzione che consente di attivare la VPN ad ogni avvio del sistema in automatico.

Il client per PC consente inoltre di scegliere la posizione dei server a cui collegarsi, e quindi la posizione che verr individuata dai servizi a cui ci collegheremo. I server disponibili si trovano in varie parti del mondo, come diverse location negli USA, in Singapore, Nuova Zelanda, Hong Kong, Brasile, Australia e diversi paesi europei. Collegandosi a un paese diverso l’utente pu non solo rendere privata la propria connessione, impedendo un eventuale tracciamento, ma anche evitare blocchi a servizi o limitazioni presenti nel paese in cui di fatto si collega.

La velocit di connessione a nostro avviso ottima. Facciamo un esempio: collegandoci al server di Praga con una connessione FTTH di tipo Gigabit che tipicamente si aggira intorno a 800/900 Mbps in download e 290 in upload abbiamo ottenuto valori negli speed test pari a circa 500Mbps in download e circa 90 Mbps. Sale di poche decine di millisecondi ovviamente il ping, dal momento che il percorso per raggiungere i vari indirizzi diventa inevitabilmente pi complesso. Una perdita naturale in fatto di prestazioni che comunque garantisce un’esperienza di navigazione ottimale in tutti gli ambiti.

Abbiamo chiaramente messo sotto torchio la VPN in prove d’uso reale, con diversi servizi di video streaming, e non siamo rimasti delusi. Con una velocit di connessione in download di circa 220Mbps su YouTube siamo riusciti a riprodurre senza attese anche video in 8K, mentre su Fast.com (lo speed test alimentato da Netflix) abbiamo ottenuto una velocit in download di circa 100Mbps. Insomma, le prestazioni – almeno ad oggi – sembrano essere elevate negli ambiti in cui conta.



Clicca per ingrandire


Il client, leggero e dall’interfaccia intuitiva, offre una buona velocit di connessione ai server (questione di pochi secondi), e il passaggio da una connessione all’altra viene effettuato senza intoppi e in pochi secondi. Abbiamo provato anche la versione per Android, ed praticamente identica al client per PC, con prestazioni e interfaccia sovrapponibili e con la possibilit anche su smartphone di utilizzare la rete virtuale privata su tutte le attivit compiute attraverso il dispositivo.

Insomma alla luce delle nostre prime prove la VPN Mozilla promossa, soprattutto per l’utente base che non ha bisogno di entrare in profondit nelle impostazioni ed alla ricerca di una VPN performante sin da subito con cui “offuscare” le proprie attivit online a un prezzo che riteniamo conveniente in relazione anche ad altre VPN di sviluppatori meno noti.


Articolo da hwupgrade.it

SE COMPUTER

SE Computer nasce nel 2009 da una collaborazione tra due amici appassionati di tecnologia e sempre attenti alle evoluzioni del mercato. È proprio questa passione a diventare il motore che ha permesso in questi 10 anni di crescere e di dimostrare ad aziende e privati, la professionalità di chi l’ha creato.

T: 0532 893 862
E: info@secomputer.it