Skip to main content

Come facilmente intuibile, a seguito del cambio di strategia da parte di Warner Bros. Discovery e con la cancellazione del film su Batgirl, le voci sul futuro dell’Universo DC cinematografico si rincorrono vorticose. Ovviamente uno dei primi argomenti di discussioni è il futuro del convulso The Flash, film attualmente previsto nelle sale il 23 giugno del 2023, che potrebbe subire drastici cambiamenti che coinvolgono Supergirl e Michael Keaton pur confermandosi come salvo dalla possibile cancellazione.

The Flash non è stato cancellato parola di Barbara Muschietti

È stata la produttrice Barbara Muschietti a confermare, nella tarda serata di ieri attraverso i suoi account social, che The Flash è salvo. Come molti di voi sapranno, il film ha avuto una gestione a dir poco convulsa passando di regista e in regista e subendo numerosi rimaneggiamenti alla sceneggiatura per approdare poi nelle mani di Andy Muschietti (IT) e Christina Hodson (Birds of Prey, Bumblebee)

È interessante rimarcare come questa conferma sul film di The Flash arrivi in concomitanza con la notizia della fine della serie TV omonima con protagonista Grant Gustin che si chiuderà con la Stagione 9.

The Flash: che fine faranno Supergirl e Michael Keaton?

La notizia è stata ovviamente accolta con giubilo dai fan del Velocista Scarlatto tuttavia all’orizzonte per The Flash potrebbe esserci drastici cambiamenti. Il primo, appare oramai lapalissiano, è che la portata del film sarà decisamente ridotta. Negli ultimi mesi infatti si era parlato di un film fortemente ispirato all’evento fumettistico Flashpoint che servì alla DC per far ripartire la continuity del suo universo fumettistico. Allo stesso modo il film con Ezra Miller avrebbe dovuto in qualche modo esautorare Henry Cavill e Ben Affleck dai ruoli di Superman e Batman rispettivamente introducendo da un lato una nuova Supergirl, interpretata da Sasha Calle, e dall’altro confermando Michael Keaton come Batman “ufficiale” dell’Universo cinematografico seppure qualche insider aveva parlato di un Keaton ringiovanito digitalmente per il film. Con il ritorno pressoché sicuro di Ben Affleck in Aquaman and The Lost Kingdom, il ruolo di Michael Keaton potrebbe essere “ridotto” lasciando maggior spazio proprio a Batfleck.

Precedentemente Andy Muschietti aveva confermato che entrambi i Batman avranno parti sostanziose nel film quindi non si tratta di semplice cammei. Queste rivelazioni trovano riscontro con quelle fatte riguardanti il tono del film: il regista di IT ha confermato che al centro della trama del film ci sarà il viaggio nel tempo. Barry Allen tornerà indietro nel tempo per cercare di salvare sua madre ha detto il regista, tenendoci però a sottolineare come sarà un film con tanta azione e molto spettacolare ma anche una parte legata ai sentimenti. Il regista ha anche chiarito che The Flash è un film dove c’è un unico universo o meglio tutti gli universi cinematografici sono validi. Una scelta inclusiva in cui tutto quello che abbiamo visto esiste. Pare quindi assodata la scelta di voler spingere sull’idea di un Multiverso multimediale dove discreta è stata la prova fatta lo scorso anno con il crossover televisivo Crisi sulle Terre Infinite in cui proprio i Flash si erano ritrovati faccia a faccia.

Ben diverso il discorso sulla Supergirl di Sasha Calle. L’autorevole Rolling Stones ha raccolto varie voci di vari insider e scooper confermando la nuova dirigenza Warner Bros. Discovery non sarebbe affatto intenzionata a sviluppare il personaggio di Sasha Calle che rimarrebbe quindi confinata al ruolo di comprimaria nel film, e nel viaggio nel Multiverso di Barry Allen, abbandonando qualsiasi velleità di uno spin-off in solitaria così come paventato fino a qualche mese fa.

Ovviamente questa indiscrezione, perché tale è lo stato attuale, corroborerebbe ancora una volta le voci che vogliono il nuovo presidente David Zaslav riportare Superman, nello specifico quello interpretato da Henry Cavill, al centro dei progetti in fase di sviluppo e di cui addirittura si sperava in una presenza al San Diego Comicon 2022.

The Flash e la situazione Ezra Miller

Il nodo più grosso da sciogliere comunque rimane quello legato proprio al protagonista Ezra Miller i cui guai e vicende extra-set sembrano non finire mai fra comportamenti bizzarri, denunce e episodi spiacevoli di varia entità. Qualche mese fa Adam B. Vary, dell’attendibile Variety, ha spiegato su Twitter che sarebbe impossibile rimuovere Ezra Miller in corso d’opera anche per questioni produttive. Nel film, infatti, l’attore interpreta diverse versioni di Flash e cancellarlo del tutto significherebbe rigirare l’intero progetto.

Elliot Page nei panni di The Flash?

Questo tuttavia non ha impedito allo stesso Zaslav di confermare che c’è sì l’intenzione di sviluppare il personaggio di Flash in un franchise ma senza Ezra Miller. Resta da vedere sia come verrà presentato il film, in termini di promozione e diffusione ventilando l’ipotesi di una uscita direttamente in streaming a questo punto davvero improbabile, sia chi interpreterà il Velocista Scarlatto dopo il 2023: un recasting sembra a questo punto molto, molto probabile. Da sottolineare infine come le prime reazione ad un test screening grezzo sia state, sempre a detta degli insider, molto positive sul film.




Articolo originale da https://www.tomshw.it/

Close Menu

SE COMPUTER

SE Computer nasce nel 2009 dalla passione per la Tecnologia e l’Informatica, con grande attenzione alle evoluzioni del mercato. È proprio questa passione a diventare il motore che ha permesso in questi 12 anni di crescere e di dimostrare ad Aziende e Privati, la professionalità di chi l’ha creato.

T: 3408189937
E: info@secomputer.it